Facciamo brand awareness sui social

Sappiamo che una pagina social su facebook se ben gestita può aiutare a creare il vostro brand, ma se la pagina è gestita in modo piu che ottimale si può andare oltre e creare la brand awareness che permette alle persone che vi seguono di sapere e capire immediatamente cosa fate e perché siete differenti dagli altri.

Non è difficile creare un brand, ma è invece estremamente difficoltoso fare il passo successivo, cioè essere a un livello di brand awereness  che ci porti a essere il top of mind, cioè essere percepiti come la prima e unica soluzione.

Ma come si crea la brand awereness ?

Bè, in questi tempi di social e UGC possiamo dire che non siamo direttamente noi che la creiamo, ma piuttosto sono le persone che ci seguono e utilizzano i nostri servizi e prodotti.

Infatti queste persone condividono, consigliano, ne parlano, fanno video, post, quindi tenete aggiornati chi vi segue e scrivete news sempre interessanti che valga la pena condividere.

Bene, facendo questo scoprirete che  la diffusione di queste news avverrà proprio attraverso i vostri utenti, creando cosi il brand.

Alcuni trucchi, sembrano banali ma spesso dimenticati, ad esempio non promettete cio che non potete offrire, e se commettete qualche errore, cercate di risolvere subito in modo costruttivo, queste azioni avranno un effetto sorprendente, dando la sensazione di sincerità ed efficienza nel risolvere eventuali problemi.

Altro consiglio, fate in modo che i vostri clienti e followers condividano i vostri prodotti e servizi, le vostre news, saranno loro a creare il vostro brand.

Quindi deve essere chiaro che non siamo noi a creare il brand e posizionarci primi nella testa delle persone, il top of mind, ma sono i nostri clienti che creano questo.

Il modo migliore per migliorare la percezione del vostro brand è avere un prodotto o servizio di qualità e valore,  un servizio di alto livello, la conseguenza sarà che le persone parleranno di voi

Cosa significa dare valore ?

Bene, se il vostro servizio costa 10  e lo vendete 10 , possiamo dire che non è un affare. Ma se il vostro servizio ha un valore di 50 e lo offrite a 40 , allora si che per il cliente è un affare, sicuramente parlerà di voi, nei social, nei video e con gli amici.

Capiamo che tutto si basa sulle percezioni, ci vorrebbe un libro per approfondire, ma l importante è comprendere che non ci sono riduzioni di prezzo, ma è una questione di percezioni.

Facciamo un esempio, un maglione marchiato Lacoste ha un valore di 100 euro, basta togliere il marchio e lo stesso maglione costa 30 euro, cosa è cambiato ?

Semplicemente la percezione che noi diamo del prodotto.

Quindi ,nelle vostre strategie di social media marketing, se il vostro servizio è buono, sicuramente ci sarà piu visibilità e il brand sarà percepito in modo positivo. Ma ricordiamo che per raggiungere questi risultati

Il vostro lavoro non deve essere dare un servizio o prodotto scontato o di prezzo giusto in relazione al valore , quindi uno scambio alla pari, ma i vostri clienti devono ricevere qualcosa di maggiore valore rispetto a quello che hanno speso, questo sarà notevolmente apprezzato .

Facciamo un altro esempio: organizzo una escursione che comprende visita al lago e pranzo, ma al momento della escursione il cliente riceve la visita al lago e il pranzo ma anche una visita non prevista al nuraghe poco distante. Bene, abbiamo generato un effetto wow e nella mente dei nostri clienti  sapranno che hanno pagato 10 ma hanno ricevuto una escursione di maggior valore.

Voglio concludere , rispondendo a una domanda che spesso mi fanno, ma quanti contenuti devo postare ogni giorno ?

Bene, anche qua ci vorrebbe un libro per rispondere, ma in modo sintetico posso dirvi che ci sono due tecniche opposte, la prima dice “piu contenuti le persone vedono e piu condividono”, la seconda invece dice” pochi contenuti ma buoni e posizionati”.

Non voglio in questo scritto approfondire, non è il momento, ma una cosa deve essere ben chiara:

se la vostra notizia o post è interessante o divertente, la vostra community e followers la condividerà sicuramente, aiutando a creare il vostro brand awereness.

Gian Mario F. Frau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *